Cosa si nasconde dietro l’epigallocatechina-3-gallato (ECGC)

Questa molecola dal nome così astruso e difficile da ricordare è uno dei più potenti strumenti anticancro della natura. Essa è una catechina, uno dei polifenoli più potenti ed efficaci, presente in abbondanza nel tè verde. Questa benefica bevanda è una delle chiavi fondamentali che spiega la minore incidenza di cancro nelle popolazioni orientali. In oriente, infatti, se ne bevono tazze molte volte al giorno, e sicuramente la cosa non è casuale, vista la riconosciuta capacità degli orientali di osservare, studiare e capire le caratteristiche delle varie sostanze che la natura ci ha messo a disposizione per scegliere quelle che ci permettono di migliorare la qualità della vita e di prevenire e affrontare al meglio le malattie.
La scienza attuale ci permette sempre più in fretta di identificare in modo scientifico quali principi sono responsabili dell’efficacia delle varie sostanze naturali selezionate dall’esperienza di migliaia di anni di osservazioni delle popolazioni orientali. Proprio riguardo al tè verde, ad esempio, sappiamo perfettamente il ruolo dell’ECGC nel contrastare l’invasione delle cellule tumorali nei tessuti sani. Essa riesce a rallentare e spesso bloccare completamente lo sviluppo dei nuovi capillari (angiogenesi) che il tumore, sfruttando l’infiammazione, riesce a indurre per alimentare se stesso.

Comments

comments

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Twitter